AVERE SUCCESSO

SUCCESSO 2“C’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera.” (David H. Thoreau)
“Se l’opportunità non bussa, costruisci una porta.” (Milton Berle)
“Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto.” (Thomas Jefferson)

Nell’era in cui viviamo sembra quasi che avere successo sia un imperativo. Ti inculcano l’idea di dover avere successo a tutti i costi fin da piccolo. I genitori sono sempre carichi di grandi aspettative, si sa, ed oltre a questa abituale pressione, anche la scuola incita la competizione tra studenti piuttosto che l’amore per la conoscenza. Perfino nello sport, attività regina nell’insegnamento del lavoro di squadra e della disciplina, ormai l’unica cosa che conta è avere successo, vincere la competizione anche barando. E lo stesso vale sul lavoro dove ci sono quelli che per avere successo sono disposti a prevaricare chiunque e, di contro, quelli rassegnati, a cui non importa nulla e che cercano di fare il meno possibile.
Tutto questo nella mentalità comune sembra una buona cosa, perché avere successo dovrebbe rendere felici. Il fatto è che in realtà questa perenne competizione con gli altri, questa continua necessità di mostrare di essere il migliore è frustrante, semplicemente perché non si può sempre vincere!
Sempre più spesso capita di non sentirsi all’altezza, di sentirsi inadeguati in un mondo fatto per raggiungere continuamente il gradino più alto del podio. E allora, dato che magari si è consapevoli di non essere il migliore in quel campo, si tende a gettare del tutto la spugna, accantonando per sempre non soltanto la competizione e la possibilità di avere successo, ma anche l’occasione di fare del proprio meglio. È a questo punto che si prova invidia per i vincenti e perfino per chi semplicemente cerca di fare del proprio meglio. Ed è così che con il tempo si diventa aridi, cattivi e spenti.
Quante volte ti è capitato di sentirti un perdente anche quando avevi fatto del tuo meglio? Ecco, in famiglia, a scuola e nello sport andrebbe insegnato a non sentirsi mai così. Perché avere successo nella vita non è determinato da quanti riconoscimenti hai ricevuto ma da quanto sei riuscito a migliorare te stesso e dall’impegno che hai impiegato per ottenere i tuoi risultati. Quello che conta è sempre e soltanto fare del proprio meglio e se ci deve essere una competizione, questa deve essere con noi stessi. Battere i propri record, riuscire a fare quello che prima non ci riusciva è il vero significato dell’avere successo!
Solo se ognuno di noi fa del proprio meglio l’umanità potrà vincere la propria partita con la storia…
(grazie a Mr. Loto.it)

facebooktwitterpinterest

Lascia una risposta


tre − 1 =

 
48?